Fondo Nuove Competenze per la formazione aziendale

Fondo Nuove Competenze 2021

Con il Fondo Nuove Competenze le imprese possono ottenere contributi economici per formare i propri lavoratori.

Cosa significa?

I datori di lavoro possono ridurre temporaneamente l’orario lavorativo dei propri dipendenti e destinare parte delle ore a corsi di formazione per il miglioramento delle competenze.

Il Fondo Nuove Competenze si fa carico del costo del lavoratore in formazione: non c’è nessun costo per il datore di lavoro e nessuna diminuzione dello stipendio per i lavoratori.

Chi può accedere al Fondo Nuove Competenze?

Possono accedere i datori di lavoro che stipulano accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro:

  • per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa;
  • per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori.

Il datore di lavoro che ne fa richiesta non deve ricevere, per il costo del lavoro delle stesse ore, altri finanziamenti pubblici.

La domanda può essere presentata per singola azienda o essere cumulativa.

Deve contenere il progetto per lo sviluppo delle competenze e l’accordo collettivo sottoscritto con i sindacati.

Inoltre, vanno specificati il numero di lavoratori coinvolti e le ore di lavoro convertite in formazione con un massimo di 250 ore per dipendente.

Come funziona?

Il fondo pari a 730 milioni di euro è “uno strumento alternativo alla cassa integrazione e di natura attiva, con forti benefici sia per le aziende che per i lavoratori”, così ha spiegato il Ministro del Lavoro “Nunzia Catalfo”.

La gestione del Fondo è affidata all’Anpal che accoglie le domande e svolge i controlli tra il contributo erogato e la quantificazione effettiva del costo dei lavoratori in formazione.

La valutazione delle domande avviene secondo l’ordine di presentazione all’Anpal.

Le aziende devono concludere i percorsi formativi entro 90 giorni dall’approvazione dell’istanza, il limite temporale si estende a 120 giorni se sono coinvolti anche Fondi interprofessionali.

Chi eroga il contributo?

Il contributo viene erogato dall’INPS in due tranche:

  • Anticipazione del 70%: a seguito dell’approvazione dell’istanza di contributo;
  • Richiesta di saldo: al completamento delle attività di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

Quali sono le scadenze e le ultime novità?

Il nuovo decreto stabilisce la proroga al 30 giugno 2021 sia per la sottoscrizione degli accordi collettivi sia per la presentazione delle domande all’ANPAL.

Inoltre, con la nota integrativa del 05.03.2021 è stata chiarita la fase di definizione dei percorsi e c’è stato un ampliamento del parco di competenze a cui fare riferimento in fase di progettazione.

Oltre all’Atlante Nazionale del lavoro che veicola competenze tecnico professionali, sarà possibile fare riferimento ai quadri comunitari esistenti per la certificazione delle competenze linguistiche e informatiche  (Es. QCER, DigComp ed e-CF).

Come possiamo aiutarti?

Virvelle, in qualità di società specializzata in formazione aziendale e attestazione e certificazione delle competenze, ti supporta nella presentazione della domanda e nella realizzazione dei percorsi, offrendoti:

  • Elaborazione dei documenti richiesti per accedere al Fondo;
  • Progettazione customizzata ai fabbisogni di sviluppo della tua organizzazione;
  • Docenza specialistica;
  • Coordinamento e gestione dell’erogazione sui diversi percorsi formativi in aula e on the job;
  • Servizio di attestazione delle competenze necessario per la rendicontazione del progetto.

Se vuoi investire nel futuro, contattaci: scrivi a segreteria@virvelle.com

 

22 Aprile 2021

Valeria Vitolo
Valeria Vitolo