APPROCCIO COMPORTAMENTALE ALLA GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO BASE

approccio comportamentale
Durata: 16 ore
Partecipanti: Occupati
Finanziabile con: Catalogo Fondimpresa

Descrizione corso

L'approccio sistemico - comportamentale nella gestione della sicurezza sul lavoro: modelli e strumenti

L'obiettivo del corso è motivare i lavoratori all’auto-osservazione periodica e al reporting dei propri comportamenti, ottenendo una costante erogazione di feedback utili alla creazione di circoli di comportamenti virtuosi.

CONTENUTI 

MOD. 1. GIURIDICO - NORMATIVO 

Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori, gli organi di vigilanza e le procedure ispettive, soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d.lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa, delega di funzioni, la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa, la "responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle assicurazioni, anche prive di responsabilità giuridica" ex d.lgs. 231/2001, i sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti in edilizia. 

MOD. 2. GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA 

Modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (art. 30, d.lgs. 81/08), gestione della documentazione tecnico amministrativa, obblighi connessi ai contratti di appalto o d'opera o di somministrazione, organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze, modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza nelle attività lavorative e in ordine all'adempimento degli obblighi previsti al c.3 bis dell'art. 18 del d.lgs. 81/08, ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione. 

MOD. 3.INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

Criteri e strumenti per l'individuazione e la valutazione dei rischi, il rischio stress lavoro correlato, il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale, il rischio interferenziale e la gestione del rischio nei lavori in appalto, le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio, la considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti, i dispositivi di protezione individuale. la sorveglianza sanitaria. 

MOD 4. COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI 

Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo, importanza strategica dell'informazione, della formazione e dell'addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale; tecniche di comunicazione, lavoro di gruppo e gestione dei conflitti, consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

Operai ed impiegati delle PMI

Desideri ricevere più informazioni sul corso?

Scrivici ora, Valeria sarà felice di fornirti tutte le risposte!